Daniel Henney dice di essere stanco del razzismo anti-asiatico a Hollywood

In occasione degli Oscar del mese scorso, Chris Rock ha fatto una battuta che ha interpretato i vecchi stereotipi asiatici e l'attore coreano-americano Daniel Henney ne parla



Immagine: Daniel Henney / Instagram



L'attore coreano-americano Daniel Henney afferma di aver scelto di non sintonizzarsi sulla cerimonia degli Oscar del mese scorso.

La ragione? Sapeva che gli scherzi razziali si sarebbero fatti strada nello spettacolo, che è stato afflitto da polemiche sulla diversità razziale dopo che nessun attore di colore è stato nominato dall'Accademia delle arti e delle scienze cinematografiche per il secondo anno consecutivo.



In effetti, il presentatore della cerimonia Chris Rock ha perpetuato gli stereotipi asiatici, tra gli altri, quando ha tirato fuori bambini asiatici che recitavano come contabili. Non è che non mi interessi. Ho guardato i momenti salienti e sono rimasto aggiornato su Twitter per sapere chi stava vincendo. Non volevo guardare lo spettacolo perché sapevo che stava succedendo molto, dice Henney, riferendosi alla gag di Rock.

Negli Stati Uniti ci sono questi problemi che esistono. So che Jeremy Lin ha twittato a riguardo, mi sono sentito allo stesso modo.

Il giocatore della Taiwanese National Basketball Association Lin ha twittato: Seriamente, quando cambierà tutto questo? Stanco di essere 'cool' e 'ok' per colpire gli asiatici #Oscars



Il 36enne Henney crede nell'adozione di un approccio proattivo per incoraggiare la diversità a Hollywood.

Parlando al telefono da Los Angeles, dove risiede, dice: È un posto molto strano in cui trovarsi quando si tratta di recitare negli Stati Uniti. Ci vorranno noi asiatici americani per forzare la mano diventando troppo bravi per essere ignorati.

Il modello diventato attore ha lavorato nel suo mestiere da quando ha ottenuto la sua grande svolta nella scena dell'intrattenimento coreano nella commedia del 2005 My Name Is Kim Sam Soon, in cui interpretava un medico di lingua inglese.



Ha continuato a recitare in film e fiction televisive coreane, come il dramma romantico Spring Waltz (2006) e la serie d'azione The Fugitive: Plan B (2010) e il film romantico Seducing Mr Perfect (2006).

Ha fatto il suo debutto a Hollywood come Agente Zero in X-Men Origins: Wolverine (2009) ed è stato la voce dietro il mago della tecnologia Tadashi Hamada nel successo d'animazione Big Hero 6 (2014).

Più recentemente, ha ottenuto un ruolo regolare come agente dell'FBI nel dramma poliziesco Criminal Minds: Beyond Borders (2016).

Il suo personaggio da agente dell'FBI, Matthew Simmons, è atipico rispetto ai ruoli assegnati agli asiatici a Hollywood, dice Henney.

Questo è il personaggio che è stato creato per far innamorare il pubblico americano. È il muscolo dello spettacolo. È un ex soldato. È un padre di famiglia, ha quattro bellissimi figli. Fa di tutto per sua moglie e la sua squadra. Tali ruoli sono stati tradizionalmente interpretati da attori caucasici.

Ecco perché ho interpretato il ruolo, voglio dimostrare che un uomo asiatico può essere quella persona agli occhi delle persone.

Lo scapolo dice di non aver avuto problemi a legare con i bambini attori che interpretano i suoi figli.

Dice: sono uscito con questi ragazzi. Gioco a calcio con i ragazzi nel cortile quando facciamo delle pause tra le riprese. Lotto sempre con loro.

In effetti, vede tutta questa interazione come una buona preparazione per il futuro.

Le bambine sono così preziose. Non voglio toccarli, mi sento come se volessi romperli. Ma penso che in futuro sarei un bravo papà. Mi sono allenato molto con il mio Golden Retriever. Quindi spero di poter applicare (prendersi cura del mio cane) agli esseri umani un giorno.

Criminal Minds: Beyond Borders sarà presentato in anteprima oggi alle 21:45 su AXN (canale 511 di StarHub TV).

restrizioni di chiamata che hanno impedito il completamento

Una versione di questa storia è stata originariamente pubblicata su The Straits Times il 17 marzo 2016. Per altre storie come questa, vai a www.straitstimes.com/lifestyle .

Per altri shenanigans di Hollywood, controlla Il selfie nudo di Kim Kardashian e cosa hanno da dire gli intrattenitori di Singapore Jamie Yeo, Oon Shu An e Maia Lee!