Michael Kors svela una capsule ispirata ai graffiti

Michael Kors celebra la street art newyorkese dei primi anni '80 con una capsule collection caratterizzata da un logo graffiti creato appositamente dallo studio di design dell'etichetta



Gli anni '80 sembrano offrire ai designer una fonte di ispirazione quasi infinita, poiché le influenze del decennio sembrano più che mai presenti nel mondo della moda. Dopo aver visto le grandi etichette riportare spalle grandi, vita stretta, colori vivaci e volumi oversize al recente Fashion Month , altre - come Michael Kors - stanno ora ispirando le capsule collection a questo decennio unico.



Ma piuttosto che concentrarsi sui tagli, le forme ei colori dell'epoca, Michael Kors ha trovato ispirazione nei graffiti, una forma d'arte che ha lasciato il segno a New York nei primi anni '80. Per celebrare la street art, l'etichetta ha ideato un logo speciale, che caratterizza una nuova capsule collection di otto pezzi in bianco e nero. L'abbigliamento, gli accessori e le scarpe prêt-à-porter celebrano l'arte di strada dei primi anni '80 e rendono omaggio allo streetstyle, che è diventato l'ultima tendenza della moda della nostra epoca.



In un comunicato stampa, Michael Kors spiega di aver fondato la sua azienda nel 1981, un periodo in cui i mondi dei quartieri alti e del centro si scontravano a New York. Le ragazze delle zone ricche della città facevano festa al Mudd Club o al Club 57, spiega il designer, e artisti come Fab 5 Freddy e Jean-Michel Basquiat hanno mostrato i loro lavori al MoMa PS1, mentre i loro cartellini erano ancora trovati sugli edifici nel Lower East Laterali o sui vagoni della metropolitana. Questo scontro tra lusso e stili urban casual è ormai diventato un luogo comune, conclude il designer.

Questa capsule MICHAEL Michael Kors, che comprende abbigliamento prêt-à-porter, orologi, scarpe, ciabatte da spiaggia, borse e zaini, sarà disponibile nei negozi Michael Kors di tutto il mondo a partire da luglio.