Semplici modi per controllare le tue emozioni quando qualcuno ti fa arrabbiare molto

Impara come controllare le tue emozioni ed esprimere la tua rabbia in modo sano senza danneggiare la tua salute o le tue relazioni.

Semplici modi per controllare le tue emozioni quando qualcuno ti fa arrabbiare molto



FOTOGRAFIA: Kamil Macniak, 123rf.com



Hai mai sentito l'impulso di urlare a quella donna che ti ha calpestato il piede con i suoi tacchi a spillo da cinque pollici e ti è passata accanto come se niente fosse, o di schernire il bambino seduto al tavolo accanto al ristorante che fa i capricci dell'anno ?

brillantezza del colore agli ioni come usare

Non devi sentirti in colpa per avere pensieri così arrabbiati, dice Jasmine Siang, psicologa clinica e fondatrice di Heart To Heart Psychotherapy. Sebbene la rabbia sia considerata un'emozione negativa, non è negativo o sbagliato sperimentarla.



È sempre salutare esprimere la tua rabbia poiché questo ti aiuta a dare un senso al tuo attuale stato d'animo, dice Jasmine. Ogni emozione è una reazione naturale a un dato stimolo o situazione. Quindi, quando qualcuno ti calpesta il piede, il tuo cervello registra che ha subito danni improvvisi e inaspettati. La tua risposta iniziale è quindi difendersi, che poi si manifesta come rabbia.

La rabbia diventa un problema solo quando il tuo comportamento come conseguenza di essa è antisociale o distruttivo, come scagliare parolacce contro la persona. Una volta che impari ad affrontare il comportamento negativo, puoi trovare modi sani per esprimere la tua rabbia, il che a sua volta aumenterà il tuo benessere emotivo generale. Ecco cosa puoi fare.

1 Raccontalo a qualcuno
Quando incontri uno sconosciuto che ti ha fatto arrabbiare, potrebbe non essere appropriato far sapere alla persona che lo ha fatto. Affrontarli può fare più male che bene in quanto è probabile che diventeranno risentiti e reagiranno negativamente nei tuoi confronti piuttosto che cercare di capire le tue emozioni. Questo potrebbe finire per farti sentire ancora più frustrato e sconvolto.



L'alternativa migliore è inoltrare le tue lamentele in seguito a un amico o un familiare che possa entrare in empatia con te. Non lasciare che la tua rabbia peggiori, dice Jasmine, o potresti diventare ancora più isolato e infelice.

Leggi di più: Ricetta frappè al caramello salato di 2 minuti e cioccolato fondente

E fai lo stesso per gli altri. A casa o in ufficio, quando qualcuno ti insulta per qualcosa, Jasmine dice una semplice dichiarazione del tipo, vedo che sei arrabbiato e posso capire perché può farli sentire meglio. Quando una persona si sente capita, avrà il coraggio di condividere di più.



Una volta coltivato un ambiente di condivisione, anche tu puoi esprimere le tue emozioni senza paura del rifiuto o del licenziamento.

altezza media di un rockette


2 Procedi lentamente in modo da poter pensare
È facile esplodere nella foga del momento. Jasmine dice che questo è perché usiamo il pilota automatico e lasciamo che il nostro istinto prenda il sopravvento. Potremmo persino urlare alle stesse persone che hanno riservato del tempo per ascoltare i nostri problemi.

Quando ti senti arrabbiato, di solito c'è un problema più profondo a portata di mano e devi esserne consapevole. Kenneth Oh, coach relazionale presso Executive Coach International, cita questo esempio. Sei furioso con il tuo collega per aver commesso un errore e spetta a te ripulire il casino. Ciò che potrebbe davvero aver innescato la tua rabbia potrebbe essere lo stress aggiuntivo derivante dal compito, o forse senti semplicemente che non è giusto che sia tua responsabilità salvare la situazione.

Non reagire ancora. Fermati e concediti il ​​tempo di pensare a ciò che senti. Di cosa sei veramente arrabbiato? È questa persona in particolare che ti fa arrabbiare costantemente? È il loro comportamento? O è qualcosa di completamente estraneo? Potresti avere solo una brutta giornata e lo stai usando come una via per sfogarsi.

3 Assumiti la responsabilità delle tue emozioni
Dopo aver esaminato i tuoi pensieri, esprimili con le parole. Non limitarti a fumare, dice Jasmine. Assicurati che il tuo furore abbia un contenuto. Se non fornisci chiarimenti sul motivo per cui sei arrabbiato, l'altra parte non riceverà feedback sul comportamento che ha causato la tua rabbia.

Non dare per scontato che le persone sappiano perché sei arrabbiato. Mettendo la tua rabbia in parole, tu e l'altra parte potete iniziare a parlare di quale sia il problema e arrivare a una migliore comprensione.

Non dare mai la colpa alla tua rabbia, consiglia Jasmine. Quando dici, mi ha fatto arrabbiare così tanto, stai dando alla persona potere sulle tue emozioni. Quindi dì che sono arrabbiato con lui per riformulare la situazione.

Leggi di più: 8 cose da comprare, mangiare e fare al festival dell'impresa sociale a Timbre + questo fine settimana

In questo modo, ti assumi la responsabilità della tua rabbia e dimostri di avere il controllo. Cerca di capire di cosa hai bisogno per risolvere la situazione. Vuoi reagire in modo aggressivo o semplicemente andartene? Ci sono molte opzioni oltre a esplodere di rabbia, aggiunge xxx.

4 Sappi di cosa hai bisogno, quindi insegnalo agli altri
Quando qualcuno è arrabbiato con te e non sai come sistemare le cose, tende a dire: dovresti sapere cosa fare. Quello che la maggior parte delle persone non capisce è che loro stessi non sanno di cosa hanno bisogno quando sono arrabbiati.

1 bustina di lievito a cucchiaio

Scopri cosa funziona meglio per te. Fai sapere agli altri se hai bisogno di urlare e sfogarti, o semplicemente di essere lasciato solo per un'ora per rinfrescarti.

È come scrivere il tuo manuale di istruzioni, dice Jasmine. Quando prepari le persone in anticipo, esse sapranno esattamente come reagire per diffondere la situazione e questo ti aiuterà a lungo termine a preservare rapporti importanti con loro.

Kenneth dice che il segreto è che tutti i feedback rimangano obiettivi. Non puntare il dito, ma piuttosto discutere la situazione. Per cominciare, descrivi l'impatto di ciò che la persona ha fatto in modo fattuale, piuttosto che criticarla o scagliarla.